• 1
  • 2
  • 3

 

 

Primi piatti

 

Lasagne ai frutti di mare

 

Dosi per
6 persone
Difficoltà
media
Preparazione
1 ora e 30 min

 

 

Ingredienti

 

 PASTA

 400 gr farina di grano tenero  6 uova (almeno 70 gr / cad.)  ½ cucchiaio di sale 

 

 CONDIMENTO

 500 gr di cozze  500 gr di vongole  250 gr di calamari  250 gr di polpo cotto 
 120 gr di gamberetti sgusciati  200 gr di salsa di pomodoro  farina q.b. 
 100 ml di vino bianco secco  1 spicchio d’aglio  olio extravergine d’oliva 
 un mazzetto di prezzemolo fresco  besciamella q.b.  sale e pepe q.b. 

 

 

Preparazione

 

  1. Pasta: impastare la farina con i soli tuorli, il sale ed un po’ d’acqua. Lavorare l’impasto per ca. 10 min e farlo riposare almeno 15 min. Utilizzare poi la macchina per la pasta per ottenere i fogli di lasagna.

  2. Condimento: pulire accuratamente tutti i frutti di mare eliminando il baffo delle cozze e facendole spurgare, assieme alle vongole, in acqua salata. Fare aprire i molluschi in un tegame con l’aglio e un filo d’olio. Irrorare con il vino e togliere dal fuoco dopo pochi minuti, separare le valve dal mantello e tenerne da parte qualcuno intero con il sugo di cottura (dopo averlo filtrato). Tagliare i calamari a rondelle e, insieme al polpo ed ai gamberetti, passarli in padella con olio extravergine d’oliva, sfumando con il vino bianco ed unendo la polpa di pomodoro. Lasciar cuocere per ca. 15 min.

  3. Piatto: lessare le lasagne in abbondante acqua salata ed insaporire la besciamella con il fondo di cottura dei molluschi. Imburrare una pirofila e disporre uno strato di lasagna e uno di condimento. Procedere a formare gli strati fino a che non avrete esaurito gli ingredienti. Infine cuocere a forno già caldo - 200º sono sufficienti - per ca. 30 min. Impiattate e guarnire con qualche mollusco intero e del prezzemolo tritato.

 

Ricetta del ristorante "Eleat" di Madonna dell'Olmo (CN).

Vota questo articolo
(0 Voti)

PREMI OK !!! I Cookies aiutano BTCommunication a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui