• 1
  • 2
  • 3

 

 

Interviste del Direttore:

Carlo Petrini

 

Spazio agli eventi internazionali con la nuova edizione di Terra Madre Salone del Gusto presentata la scorsa settimana a Torino negli spazi delle OGR.

Sei mesi di eventi in presenza e digitali in 160 paesi nel mondo fino ad aprile 2021 che porteranno l’ONU del cibo, come l’ha ribattezzata Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e ideatore della manifestazione, a promuovere i temi più importanti legati al cibo, all’ambiente ed alla salute di uomini ed animali con analisi e proposte concrete.

Un impegno, quello della 13° edizione, che mira a superare la logica locale per affrontare problemi e cambiamenti degli ecosistemi attraverso soluzioni condivise, soprattutto quelle che riguardano la green economy.

Lo spiega bene il presidente del parlamento europeo David Sassoli, intervenuto con un videomessaggio in apertura della conferenza stampa . «L’ambiente - dice - è la chiave che tiene insieme tutto il resto, dal lavoro all’economia, dalle questioni sociali al problema migratorio. Dobbiamo capire che il progresso ecologico e quello sociale devono andare di pari passo e alimentarsi a vicenda».

Sul palco presenti diversi ospiti tra i quali la sindaca Chiara Appendino, l’assessore regionale all’agricoltura Marco Protopapa, i presidenti delle fondazioni bancarie Giandomenico Genta (Crc), Francesco Profumo (Compagnia di Sanpaolo) e Giovanni Quaglia (Crt) e il numero uno della Camera di Commercio di Torino Dario Gallina.

Abbiamo raccolto in un video gli obbiettivi di questa edizione nelle parole di Petrini.

 

Il Direttore
Alessandro Zarbo

PREMI OK !!! I Cookies aiutano BTCommunication a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui