• 1
  • 2
  • 3

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

 

Bravìo delle Botti 

agosto 2020

 

Il Bravìo delle Botti è una gara tra contrade avversarie che si sfidano per la conquista del “Bravium”, un panno dipinto dedicato al Santo patrono della città, San Giovanni Decollato.

La manifestazione fa parte della tradizione cittadina sin dal 1337, quando nello statuto comunale si iniziava a parlare di contrade: Cagnano, Collazzi, Le Coste, Gracciano, Poggiolo, San Donato, Talosa, Voltaia. Ogni contrada aveva la sua “Societas”, con un capo chiamato “Rettore”, il quale rappresentava in numerose solennità la contrada.

La storia recente del “Bravìo” inizia nel 1974 quando un parroco, Don Marcello Del Balio, ebbe l’originale idea di trasformare l’antica corsa di cavalli in una corsa con le botti. Il giorno in cui si disputa il “Bravìo”, la mattina in Piazza Grande si svolgono importanti e suggestive cerimonie come l’estrazione dell’ordine di partenza delle botti, la marchiatura a fuoco, la sbandierata degli alfieri, la consegna da parte del Comune al Magistrato delle Contrade del “Panno del Bravìo” e l’offerta dei Ceri votivi a San Giovanni Decollato nella Cattedrale. Nel pomeriggio inizia la sfilata del suggestivo Corteo Storico, composto da oltre 300 figuranti. Infine, nel tardo pomeriggio, dopo il segnale dato dai rintocchi del Campanone del Comune, le botti cominciano a rotolare sulla pietra partendo dalla colonna del Marzocco. Dopo pochi minuti il “Bravìo” avrà il suo epilogo; solo una contrada potrà festeggiare la vittoria e prendere il “Panno”.

Durante la settimana precedente alla gara vengono organizzati una serie di eventi molto suggestivi e coinvolgenti tra cui il Proclama del Gonfaloniere, che si celebra il sabato della settimana precedente la gara, e il Corteo dei Ceri del giovedì notte, rievocazioni che riconducono Montepulciano nei magici giorni della Toscana del passato.

All’apertura dell’anno contradaiolo celebrato il 28 aprile hanno presenziato, come da cerimoniale, le autorità cittadine assieme al Magistrato e le otto contrade, che hanno sfilato in corteo storico dal Palazzo Comunale lungo le vie di Montepulciano fino a raggiungere il Santuario di Sant’Agnese, dove si è tenuta la Santa Messa in onore della patrona. Al termine delle celebrazioni, nel piazzale antistante la chiesa, si è tenuta la tradizionale sbandierata del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. “Oggi ha avuto inizio l’ultimo anno contradaiolo del mio secondo mandato - ha commentato Giulio Pavolucci, Reggitore del Magistrato delle Contrade - È stato un percorso bellissimo, difficile ma ricco di soddisfazioni. Ho avuto modo di collaborare con persone splendide e di capire giorno dopo giorno quanto sia essenziale il lavoro di gruppo per questo genere di attività. Non ringrazierò mai abbastanza tutti coloro che, a vario titolo, hanno lavorato e continuano a lavorare per il Bravìo delle Botti di Montepulciano. L’unico rammarico è quello di non aver ancora individuato un gruppo di persone che raccolga il testimone per il futuro, nonostante gli appelli alle contrade. Spero davvero di cuore che ci possa essere un avvicendamento graduale: l’estate 2019 sarebbe una perfetta palestra per preparare il nuovo gruppo”.

Il celebre passato di Montepulciano affronterà dunque una nuova ed avvincente sfida, sempre attenta alle tradizioni ed al divertimento ma altrettanto aperta al futuro ed al coinvolgimento dei giovani in questa tradizione.


La Redazione 

 

Scopri questo e tutti gli altri eventi toscani del 2019 selezionati per te sulla guida sfogliabile “Le Porte del Gusto®

 

  • 1

 

APPUNTAMENTI

Programma 2020 in aggiornamento.

 

PER INFO

Organizzatori:

Magistrato delle Contrade

www.braviodellebotti.com

 

Comune di Montepulciano

Piazza Grande, 1 - 53045 Montepulciano (SI)

Tel 0578 7121

www.comune.montepulciano.siena.it 

 

Hanno collaborato con noi:

Giulio Pavolucci (Magistrato)

 

PREMI OK !!! I Cookies aiutano BTCommunication a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui