• 1
  • 2
  • 3

 

Il Gelato di Gino

Copparo (FE)

 

  • 1
  • 2

 

 

LA NOSTRA STORIA

Equilibrio. Disciplina. Controllo.
Direste che sto parlando di un’arte marziale. E invece sto parlando di gelato.
Il Gelato di Gino.
Di marziale, in questa storia, ci sono i suoi ritmi – soprattutto in alta stagione.
Di arte… c’è tutto quello che fa.
Ma per raccontarla dobbiamo tornare a quando avevo cinque anni e papà mi portava in gelateria sul suo Ciao, per mangiarci il nostro dolce preferito e scambiare qualche battuta con Gino: i riccioli pazzi, l’infradito
in cuoio e sorriso perenne.
Ai tempi, la gelateria Snoopy era gestita ancora dai suoi genitori, Franco e Fernanda.
Lui dietro al banco, efficiente, veloce e con una parola per tutti; lei in laboratorio – la si vedeva china sulle macchine, sembrava immobile a volte, ma sfornava gelati a una velocità indicibile. E io me le ricordo bene, le code davanti al banco, e la velocità con cui venivano gestite!
Gino, allora garzone di bottega, presto fu spedito a Milano ad imparare il gelato. Tornò poco dopo con tante, tante idee…
Franco e Fernanda facevano un gelato tradizionale, una squisitezza, amato da tutto il borgo … Ma tornato il figliol prodigo – dopo pochi anni di severa applicazione delle regole apprese – iniziò a sperimentare sotto gli occhi atterriti dei genitori.
La panna perse il sapore di latte leggermente vanigliato. Gino tolse i baccelli di vaniglia perché si potesse percepire meglio quello del latte di stalla, che da quel momento sostituì quello ordinario per quanto riguarda il gusto Fior di Latte.
Anche varie tipologie di massa di cacao furono oggetto di sperimentazioni, fino a raggiungere la consistenza corposa peculiare di quella materia prima.
Gelati alcolici, gelati al sale, ai formaggi con frutta caramellata, gelati all’olio di oliva; alla frutta di stagione, ai frutti autunnali – melagrana, fico d’india, nespola, cachi… - e gelati al gusto dei dolci locali.
Inizialmente ostracizzato, poi capito e infine più che apprezzato, adesso Gino ha ancora i riccioli pazzi, due rughe in più e un laboratorio che trabocca di ceste di frutta dei contadini locali e il latte della stalla – munto
da poche ore - pronto per la pastorizzazione.
Ad oggi, i gelati di Gino continuano ad essere oggetto di sperimentazione e ricerca, passando attraverso le piccole aziende agricole, i consigli dei clienti e la generosità della Natura.

Piera Fogagnolo

 

I NOSTRI PRODOTTI

Gelateria artigianale

Nel mio laboratorio si producono gelati in maniera artigianale, seleziono personalmente ed accuratamente ogni ingrediente. La mia idea di vita e di lavoro sono legate al rispetto dell'ambiente ed alla valorizzazione del territorio, e ciò si riflette in quel che realizzo ogni giorno: un prodotto naturale, fresco e nutriente

Il fior di latte viene prodotto con latte crudo che pastorizzo direttamente in laboratorio. Lavoro con produttori agricoli della zona, per cui la frutta è a km zero e, per alcune produzioni, biologico. Ho bandito dalla produzione delle basi i grassi vegetali.

 

 

I NOSTRI CONTATTI

 

Via Garibaldi, 16
44034 Copparo (FE)
Cell 393 9237661

 

Siamo su Facebook!

 

PREMI OK !!! I Cookies aiutano BTCommunication a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui