• 1
  • 2
  • 3

 

  • 1
  • 2
  • 3

 

Assaggia Tortona e dintorni

 

Quando arrivi a Tortona le prime due cose che noti sono i ruderi della torre del Castello che si staglia sul Colle Vittorio e il campanile del Santuario della Madonna della Guardia sul quale troneggia la statua d’oro della Vergine. Due immagini che ben simboleggiano la storia di Tortona.

I ruderi del Castello che insieme ai reperti romani e medievali visibili nel concentrico cittadino mostrano le tracce delle vicende storiche tortonesi che hanno avuto inizio in epoca romana. Infatti la sua fondazione si ricollega anteriormente alla costruzione nel 148 a.C. della Via Postumia, fra Aquileia e Genova. Si resse a comune nell’anno 1122 e nel secolo XII era potente, in lotta con Pavia e alleata di Milano; a questa situazione politica si ricollegano le sue vicende al tempo di Federico Barbarossa che, nell’aprile 1155, dopo un memorabile assedio, la prese e la distrusse. Riedificata dai Milanesi fu nuovamente presa dall’imperatore nel 1162. Con l’affermarsi del potere dei Visconti in Lombardia, fu uno degli oggetti delle loro ambizioni; dopo varie vicende, per dedizione, venne definitivamente in loro possesso nel 1314. Seguì le sorti del ducato di Milano, finché con il trattato di Vienna del 1738 entrò a far parte degli stati sabaudi. Nel 1773 Vittorio Amedeo III pensò di farne una fortezza poderosa, fu occupata dai Francesi nel 1796 e dagli Austro-Russi nel 1799, finché ritornò alla Francia nel 1801 quando Napoleone ne ordinò la distruzione.

Il Santuario della Madonna della Guardia rappresenta più di ogni altra cosa l’Opera di San Luigi Orione che ha fattivamente operato in Tortona lasciando tracce numerose e vitali. Ormai la Congregazione da lui fondata è diffusa in tutto il mondo e la sua figura non appartiene più solo alla località che gli ha dato i natali; con la canonizzazione la Chiesa stessa ne ha sancito l’universalità ed esemplarità.

È parte del patrimonio tortonese anche il mito del ciclismo: Fausto Coppi. Tortona fu teatro delle prime gare ciclistiche del “Campionissimo”. In tanti lo ricordano mentre - benché già famoso - al sabato mattina si intratteneva a chiacchierare, sorseggiando un caffè, al Bar Roma o al Bardoneschi, con quell’atteggiamento cordiale e quel tratto semplice che ne definivano il carattere.

Tante sarebbero le particolarità che Tortona offre sia culturali che enogastronomiche, ma se si descrivessero in questa sede si perderebbe il gusto ed il piacere della scoperta. Suggeriamo però alcuni dei luoghi da cui partire nella vostra visita alla città nel 2021:

 

Pinacoteca “Il Divisionismo” - Corso Leoniero, 6

Esposizione permanente che documenta la cultura artistica italiana tra ‘800 e ‘900. Sono esposte tele di Pellizza da Volpedo e opere dei più importanti artisti italiani interpreti della “pittura divisa”: Longoni, Nomellini, Morbelli sono solo alcuni.

 

Museo Archeologico - Palazzo Guidobono - Piazza Arzano (in fase di ultimazione)

raccoglie più di 2000 reperti archeologici provenienti da scavi tortonesi, dalla preistoria fino all’alto medioevo, testimonianza tanto concreta quanto affascinante della storia locale.

 

Atelier Sarina - Palazzo Guidobono - Piazza Arzano

Dedicato al Maestro burattinaio Peppino Sarina, tra i maggiori esponenti dell’ambito del teatro di figura, che visse e operò a Tortona nella prima metà del ‘900.

 

Museo Diocesano d’arte Sacra - via Seminario, 7

Percorso museale che si articola in diverse sezioni e raccoglie opere provenienti dal Palazzo vescovile, dal Seminario, dalle parrocchie della Diocesi, oltre che dalle Collezioni Civiche.

 

La Redazione

 

Scopri questa e tutte le altre sagre piemontesi del 2021 selezionate per te sulla guida sfogliabile “Le Porte del Gusto®

 

Con il patrocinio della Città di Tortona con il patrocinio del Comune di Tortona

 

 

 

  • 1
  • 2

 

PER INFO

Ufficio Turismo e Manifestazioni

Tel 0131 864297-233 - Fax 0131 864267

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.vivitortona.it

 

Comune di Tortona

Corso Alessandria, 62 - 15057 Tortona (AL)

Tel 0131 8641 - Fax 0131 864267

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.comune.tortona.al.it   

 

Hanno collaborato con noi:

Ufficio Manifestazioni e promozione del territorio - Settore Sviluppo Economico del Comune

 

 

PREMI OK !!! I Cookies aiutano BTCommunication a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca qui